[home]  [celebrazioni]  [casa del tibet]  [mappa]  [link]

 

La società "Matilde di Canossa"


San Polo d'Enza, incontro tra il Dalai Lama e alcuni componenti della Matilde di Canossa Spa: da sinistra Mario Rinaldi (consigliere), Sua Santità Tenzin Gyatzo, Giampietro Carboni (segretario), Carlo Venturini (vice Presidente), Centurio Frignani (Presidente), sen. Alessandro Carri, alle spalle, (Presidente Assemblea dei Soci)
(foto: Giacomo Barazzoni)

Fondata presso il Castello di Canossa il 5 marzo 1994, la Matilde di Canossa Spa nasce come società mista, cioè a capitale pubblico e privato (con prevalenza di capitale pubblico), proprio per valorizzare e promuovere il territorio matildico secondo criteri organizzativi ed un assetto omogenei, cercando quindi un’azione sinergica pubblico-privatistica.

Tutto ciò in linea ed in conformità alla legge della Regione Emilia Romagna n. 44 del 1989, che prevede proprio la costituzione di società di questo tipo. Si tratta di un’esperienza nuova, (con l’eccezione di una precedente esperienza societaria in Romagna che ha raggruppato tre comuni), che si pone come principale in Regione per dimensioni territoriali e numero delle Amministrazioni coinvolte.

La costituzione di una società di questo spessore ha richiesto un consistente impegno, profuso in un arco di tempo ampio, con il raggiungimento attuale di un assetto organizzativo solido ed omogeneo. In questo senso, si é attivato il Consiglio di Amministrazione della Società che ha predisposto un apposito ufficio per le pubbliche relazioni della società, a S. Polo d’Enza in Piazza Sartori 8, Tel. e Fax 0522 874913 a cui tutti possono fare riferimento. La finalità della Società è quella di lanciare, anche attraverso il coinvolgimento delle forze imprenditoriali di qualsivoglia entità, la zona matildica e di farle acquisire risonanza non solo locale o endoregionale, ma anche nazionale e internazionale. Tutto ciò, con evidenti riflessi promozionali, turistici ed economici per la zona. La Società ha saputo promuovere e organizzare manifestazioni di grande successo e interesse, dando vita a importanti iniziative ed intervenendo a tutto campo.


Settembre 1999: Il Ministro dei Beni Culturali, On. Giovanna Melandri, nel corso della firma del protocollo d'intesa per il recupero del convento di Montefalcone

 


Il convento di Montefalcone
(foto: Giorgio Movilli)

Tra le attività svolte ricordiamo:

• il coordinamento delle visite di gruppi turistici;
• il premio letterario "Matilde di Canossa";
• il Festival Musicale dei Castelli Matildici;
• lo spettacolo teatrale in prosa "Matilde di Canossa";
• la convenzione per la tesi di laurea con l’Università di Firenze;
• il concorso di narrativa; • il progetto per il recupero dei Castelli Matildici;
• la partecipazione ai progetti per il Giubileo;
• il progetto di coordinamento delle rievocazioni storiche;
• il copione del film "Matilde di Canossa", in collaborazione con Vittorio Storaro e Giuliano Montaldo;
• il progetto per la realizzazione del Parco Tematico Matildico;
• la Via Matildica; • le Manifesta-zioni Itineranti Matildiche, in programma per Roma, Verona e Torino;
• l’impegno e le azioni per la ripresa del dialogo tra Governo Cinese e Governo Tibetano in esilio, con incontri in Terra Matildica;
• l’ottenimento del Protocollo d’Intesa per il recupero del convento di Montefalcone, iniziativa promossa dalla Società e giunta con l’intervento del Sen. Fausto Giovannelli ad un accordo di programma col Ministero per un contributo.

Della Società Matilde di Canossa Spa fanno oggi parte Amministrazioni Provinciali, Comunità Montane, privati e i 22 Comuni che hanno concesso la cittadinanza onoraria al Dalai Lama, dei quali sono pubblicate sintetiche schede informative nelle pagine successive.

 

Precedente Successiva

 

[home]  [celebrazioni]  [casa del tibet]  [mappa]  [link]