[home]  [celebrazioni]  [casa del tibet]  [mappa]  [link]

 

La Casa del Tibet


Votigno: Ingresso del Museo del Tibet, all'interno della Casa del Tibet
(foto: Fulvio Massimi)

Fondata nel Marzo del 1990 sotto gli auspici del Dalai Lama, la Casa del Tibet di Votigno di Canossa è un Centro Culturale Internazionale che ha sede nell'omonimo borgo medioevale, sulle dolci colline reggiane, a pochi chilometri dal Castello di Canossa, luogo della storica Mediazione del 1077 fra Papato e Impero effettuata dalla Contessa Matilde. Il borgo è stato quasi completamente ristrutturato con un paziente lavoro di anni grazie all’impegno di imprese e di volontari e con il contributo di un abile artigiano locale che lavora la pietra: Giuseppe Barbieri. Scopo del Centro è preservare e far conoscere la millenaria cultura tibetana ed attivare un dialogo fra tutte le culture del mondo. L'impegno della Casa del Tibet si attiva in particolare nel campo del dialogo interreligioso e della spiritualità.

Prima in Europa e unica in Italia, La Casa del Tibet, fondata dal medico reggiano Stefano Dallari, autore del libro "Pianeta Tibet", ha già svolto un'intensa e proficua attività culturale organizzando tra l'altro Mostre di alto livello a Padova, Bologna, Forlì, Palermo, Bassano del Grappa, Gorizia.

La sede dispone di una biblioteca, un luogo per la meditazione, un Museo sul Tibet e alcuni spazi di incontro per tavole rotonde, seminari, offrendo anche disponibilità di alloggio. Da sempre la Casa del Tibet si preoccupa di offrire assistenza alla popolazione tibetana, dispensando aiuti sanitari ed economici ai profughi tibetani dell’India, ed occupandosi dell’educazione dei bambini.

 
Votigno: La Stupa e il tempio buddista
(foto: Paolo Casadei)

Direttore del Centro è il pittore tibetano Tashi Tsering Lama che abita nel borgo ed è considerato a livello internazionale uno dei maggiori esperti di pittura sacra tibetana: si deve alla sua arte il bellissimo tempio tibetano al centro del borgo, a pochi passi dalla chiesetta dedicata a San Francesco d'Assisi.

Fosco Maraini, lo scrittore e fotografo fiorentino protagonista di storiche spedizioni in Tibet e del libro "Segreto Tibet", è il Presidente Onorario della Casa del Tibet. Qui sono esposte le sue splendide foto scattate nel 1937 e nel 1948 nel Paese delle Nevi. La nomina di Presidente Onorario è stata anche conferita alla cantante Ivana Spagna, autrice della canzone "10 Marzo 1959", che si ispira alla data storica in cui il Paese delle Nevi perse la sua libertà. La Casa del Tibet ha anche promosso in questi anni diverse iniziative per stimolare l’impegno delle Istituzioni verso una pacifica soluzione della questione Tibetana, collaborando a tal fine con la Società Matilde di Canossa Spa che rappresenta attualmente 22 Comuni dell’area riconosciuta di interesse matildico. La Casa del Tibet conferma dunque il pieno appoggio all’azione non violenta del Dalai Lama che, lottando per il Tibet e la salvezza del suo straordinario patrimonio culturale, mai dimentica lo spirito di fratellanza e i bisogni dell’intera Umanità.

 
Il Dalai Lama con la cantante Ivana Spagna e il Dott. Stefano Dallari. Spagna ha recentemente musicato e interpretato "parole di verità", preghiera scritta da Sua Santità nel 1960
(foto: Paolo Casadei - Giacomo Barazzoni)

 


Casa del Tibet: Sua Santità in visita ai locali del centro e ammira un'opera del pittore tibetano residente nel borgo
(foto: Paolo Casadei)

Per il rinfresco presso la Casa del Tibet si ringraziano:

Pasticceria Boni e Caseificio Ganassi Otello
Casa del Tibet

 

Precedente Successiva

 

[home]  [celebrazioni]  [casa del tibet]  [mappa]  [link]